STUOIE IN FIBRA VEGETALE ETNICHE

Stuoie in fibra vegetale etniche, caratteristiche principali e materiali adoperati

Le stuoie in fibra vegetale etniche, hanno una funzione simile a quella dei tappeti e inoltre aiutano a creare un arredamento etnico all'interno della vostra casa un tocco di esotico.
Le stuoie in fibra vegetale etniche hanno un aspetto semplice e risultano alla vista grezze e possono essere inseriti con indifferenza sia all'interno di un arredamento etnico ma anche all'interno di un ambiente classico.
Foto tratta da http://www.etnoe.it/
Le stuoie in fibra vegetale etniche possono essere inserite nella zona riparato del terrazzo oppure nella zona della cucina e non subiscono danni da agenti atmosferici sfavorevoli come l’umidità o sbalzi di temperatura.
Le stuoie in fibra vegetale etniche è un modello di tappeto che viene lavorato da artigiani esperti a mano secondo le antiche tradizioni nei molti laboratori presenti nei paesi del Medio Oriente.

Spesso alcuni modelli di stuoie in fibra vegetale etniche subiscono dei processi specifici per adattarsi in arredamenti moderni come una lavorazione di coloritura, sbiancatura e in alcuni casi anche la gommatura.
Le fibre vegetali maggiormente adoperate per la creazione di stuoie etniche possono essere di cocco, il sisal, la paglia di grano, di mais o di riso, le erbe palustri e di l’aloe.
Tra i materiali maggiormente resistenti al graffio ci sono l'aloe, il sisal e il cocco.
Le stuoie in fibra vegetale etniche hanno il grande vantaggio, specialmente per chi odia la polvere, di non attirarle perché non subiscono cariche elettrostatiche.
Per pulire le stuoie in fibra vegetale etniche serve solo un semplice aspirapolvere e bisogna lavarle non molto  spesso e potete ricorrere alla tintoria oppure l’uso di specifiche schiume.