PARAVENTI ANTIQUARIATO CINESE

Paraventi antiquariato cinese, caratteristiche principali e decorazioni

I paraventi antiquariato cinese, hanno una lunga storia nella cultura cinese, infatti, ebbe inizio con la dinastia Han, in seguito, grazie alla loro bellezza e fascino si diffusero come complemento d’arredo anche nei paesi Europei.
Durante il XVII e il XVIII, quando l’Inghilterra entrò in contatto con la Cina, i paraventi furono portati nel vecchio continente, ma erano complementi d’arredo molto costosi che solo le famiglie più ricche potevano permettersi di comprare.
I paraventi sono molto costosi anche oggi perché la loro produzione è diminuita con il tempo e per questo devono essere considerati dei veri e propri oggetti di antiquariato.
I paraventi cinese possono essere creati in modi differenti, tra le tecniche più usate abbiamo i
paraventi dipinti a mano.
Questi sono paraventi creati in legno con tinte scure sono ornati con diversi motivi su una parte oppure su tutta la superficie. In commercio, nei negozi di antiquariato hanno una tela molto sottile che viene inserita nella struttura e può essere anche laccata, specie, nei modelli più costosi.
Foto tratta da http://www.tias.com

In questa tipologia di paraventi, gli ornamenti non sono dipinti ma sono intagliati sulla laccatura oppure possono essere disegnate le parti incavate per avere una maggiore profondità
Spesso vengono realizzati disegni dal grande realismo come fiumi, paesaggi, specchi d’acqua (laghetti) oppure uccelli, peonie e papaveri.
Nei paraventi cinesi, quasi sempre lo sfondo e scuro, infatti i paraventi cinesi con lo sfondo chiaro e presente il color oro che rimanda al guscio di una tartaruga.
I paraventi cinesi hanno, generalmente pannelli dal numero pari anche se in vendita potete trovare pannelli dal numero dispari, detti paraventi da trono.


I paraventi da trono cinesi, in passato, serviva per celare il trono dell’imperatore, sono molto rari per questo sono anche molto costosi. I paraventi cinesi possono avere diverse misure, partono da un massimo di 3,50 metri di altezza fino a un minimo di 1,20 metri di altezza.