BONGO ETNICO


Le caratteristiche del bongo etnico

Il bongo etnico è uno strumento musicale tipico del continente africano, caratterizzato da un risuonatore realizzato solitamente in legno e ricoperto nella parte superiore da uno strato di pelle sottile.
Il bongo etnico si suona percuotendo ripetutamente sullo strato di pelle, il suono che ne esce sono di due diverse altezze, perché il risuonatore è realizzato a doppio corpo, uno di media altezza e l’altra più acuto.
La pellicola in pelle del bongo etnico deve essere percossa utilizzando le mani nude, si possono usare una o più dite a secondo del tipo di suono che volete emettere.
Nel continente africano il bongo etnico è utilizzato in diverse occasioni, riti religiosi, danze e feste, grazie al suo ritmo ipnotico si è diffuso anche nei paesi occidentali e naturalmente in Italia specialmente tra i più giovani.
Bongo dell'America latina
Un'altra tipologia di bongo etnico è quello del sud americana e in special modo quello dell’isola di Cuba.
Il bongo etnico cubano ha uno struttura simile a quello africano ma è caratterizzato da due tamburi uniti insieme utilizzando un prisma in legno.
Il bongo cubano, i due tamburi, hanno dimensioni diversi e una membrana di pelle diverso che permettono di creare suoni diversi.
Bongo africano con la strutura in ceramica

Il tamburo più piccolo del bongo cubano è denominato hembra vuol dire donna ed ha una vibrazione grave mentre quello più grande si chiama macho ossia uomo ed ha una vibrazione più acuto.
Naturalmente in commercio potrete trovare una vasta gamma di modelli di bongo etnico sia africani che cubani, abbiamo modelli semplici a quelli più raffinati. Alcune tipologie di bongo etnico hanno una struttura in ceramica riccamente dipinta con motivi tribali dai colori accessi come blu, rosso, arancione.